sardegnatoujours

Blog di viaggi in Sardegna

Iglesiente, Sulcis, Top Sardegna

Isola di San Pietro come raggiungerla

L’isola di San Pietro si trova nel territorio del Sulcis Iglesiente a sud ovest della Sardegna e fa parte dell’Arcipelago del Sulcis insieme a Sant’Antioco e altre isole minori.

Carloforte è l’unico centro abitato (6000 anime circa) di questa bellissima isola che fù storicamente sotto l’influenza tunisina e genovese. Carloforte è’ considerata uno dei borghi più belli d’Italia per via delle antiche strade che si radicano in viuzze strette e case colorate affacciate sul porticciolo e sul mare. Lungo le vie del paese sono diversi i resti delle antiche torri d’avvistamento e delle fortificazioni utilizzate come forma di difesa dai numerosi invasori che popolavano in passato l’isola.

Le origini dell’isola di San Pietro sono antichissime, infatti presenta numerose testimonianze archeologiche, dai nuraghi alle testimonianze di origine fenice, ma fu frequentemente abitata solo dal 1736, prima dai pescatori di Tunisi in cerca del corallo, poi dai prigionieri di origine genovese ma esuli in Tunisia riscattati dal re Carlo Emanuele III, successivamente dai pirati Tunisini che sfruttando la pescosità del mare costruirono diverse tonnare in collegamento con il mercato della Tunisia.

Ancora oggi è ben radicata la pesca del tonno, alimento richiesto in tutto il mondo dalla quale scaturiscono diverse prelibatezze gastronomiche. Tali prelibatezze sono contaminate dalla cultura genovese e tunisina. A giugno un evento gastronomico ne esalta le capacità culinarie, il Girotonno.

La vegetazione presente è quella tipica della macchia mediterranea. Tra gli uccelli da annoverare la presenza del falco della regina che sverna in Africa e si riproduce sull’isola di San Pietro, e dei fenicotteri, ma sono diverse le specie rare che popolano l’isola, infatti è presente anche un ‘oasi di protezione della LIPU.

Siti di interesse isola di san pietro

  • Spiaggia La Bobba, perla dell’ Isola di San Pietro è una spiaggia dalla sabbia bianca e dalle acque turchesi, deve il suo nome a un piatto tipico dei pescatori, una minestra a base di fave.
  • Le colonne di Carloforte si sollevano sul mare come pilastri naturali di pietra vulcanica nella costa meridionale dell’Isola di San Pietro. Sulle origini delle Colonne di Carloforte alcune leggende raccontano che fossero dei marinai pietrificati per punizione, oppure di mostri che San Pietro, protettore dell’isola omonima, avrebbe trasformato in roccia per proteggere gli abitanti.
isola di san pietro
  • Cala Fico, nella costa nord-occidentale dell’isola, spiaggia di ciottoli incorniciati da una ripida scogliera e grandi fiordi calcarei.
isola di san pietro
  • Capo Sandalo, faro ottocentesco su un’impotente scogliera a strapiombo che si erge fino a 138 metri.
isola di san pietro
  • La Caletta, arenile di sabbia bianca finissima delimitata da bassa scogliera e circondata da dune ricoperte da macchia mediterranea.
isola di san pietro
  • Spiaggia di Geniò, lunga quasi 50 metri ed alterna spiagge rocciose e sabbiose.
  • La spiaggia di Guidi è un’altra perla della magnifica isola di San Pietro distante solo qualche chilometro da Carloforte. La sua sabbia bianchissima rende le acque del mare azzurro cangiante, e i suoi fondali sono bassi ideale anche per i bambini
  • La Spiaggia del Lucchese o spiaggia di Lucaise è un altro gioiello di quest’isola ricca di spiagge e colori. Situata a sud del paese di Carloforte tra la spiaggia di Bobba e Geniò, ci si arriva percorrendo un sentiero sulle scogliere dalla quale è possibile ammirare un bellissimo panorama

Come raggiungere l’Isola di San Pietro:

L’isola è facilmente raggiungibile con i traghetti da Portovesme, porto del comune di Portoscuso, e da Calasetta. Le corse sono molto frequenti ed aumentano nel periodo estivo.

PRENOTA ORA SU BOOKING.COM

Booking.com

Lascia una risposta

Tema di Anders Norén